Posted on

Domani nella battaglia pensa a me, Google

di Paolo Giovine

Adesso che la #bocciatax è legge dello Stato, perché la #bocciatax è una legge dello Stato, benché sospesa fino al luglio 2014, trattiamola come tale e, concretamente, vediamo che cosa succederà nel 2014.

Ipotesi 1, tutto salta; la lobby incrociata di ambasciatori, grillini e blogger prezzolati prevale; non il buon senso, ma il Dipartimento di Stato americano.

Ipotesi 2, la più articolata.

Google Italia inizierà ad operare come concessionaria in Italia, fatturando in Italia, ai sensi della modifica al Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, numero 633, che introduce un articolo 17bis (Acquisto di pubblicità online).

PRIMA MOSSA, la RIDUZIONE DEL PERIMETRO. Ovviamente Google, trattenendo le risate, otterrà facilmente di fatturare in Italia solo la pubblicità vista da utenti italiani o su siti distribuiti da server italiani; questo dopo aver chiarito al legislatore italiano che non gli è permesso normare il mercato mondiale, anche se lo ha scritto, dato che la norma regola gli spazi pubblicitari on line e i link sponsorizzati che appaiono nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca visualizzabili sul territorio italiano durante la visita di un sito internet o la fruizione di un servizio on line attraverso rete fissa o rete e dispositivi mobili”.

Google accederà pubblicamente dal pc di Boccia nella sede romana del PD ai siti http://www.nytimes.com/ http://www.asahi.com/ http://www.faz.net/ e chiarirà così, definitivamente, il concetto: non possiamo imporre al New York Times, all’Asahi Shimbun etc., siti visibili dall’Italia (e persino dal pc di Boccia) di vendere pubblicità attraverso un’azienda italiana.

...Leggi tutto "Domani nella battaglia pensa a me, Google"