Posted on

Stamina

di Alessandro Della Corte

Non intendo parlare del “Metodo Stamina”. In rete si possono trovare fin troppe informazioni, tra le quali interventi a mio parere equilibrati e solidamente riferiti a dati di fatto (consiglierei solo a chi non ne sa nulla di partire dall’interessante biografia dell’ideatore, Davide Vannoni). Vorrei invece parlare degli interessi collettivi che sono stati e sono tuttora lesi o minacciati dagli sviluppi della vicenda Stamina.

In estrema sintesi, qualche fatto: nel settembre 2011, in forza del decreto Turco-Fazio del 2006, agli Spedali Civili di Brescia (una struttura pubblica) viene avviato su alcuni malati un trattamento speciale nell’ambito della medicina rigenerativa. Non avendo seguito precedentemente il rigido percorso sperimentale ordinario, il trattamento non aveva ancora ricevuto l’approvazione dell’AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco), e la sua applicazione ai pazienti rientra nelle cosiddette «cure compassionevoli» previste dal decreto.

In seguito a indagini dei NAS, la procedura viene bloccata da un’ordinanza dell’AIFA a maggio 2012, dopo di che inizia un braccio di ferro tipicamente italiano tra autorità diverse (l’AIFA stessa, il Ministero, la procura di Torino, i tribunali di Brescia e di Venezia, ecc.) che esprimono pareri contraddittori. Alla fine, nel maggio 2013, per risolvere le controversie (che non erano solo giuridiche: centinaia di persone partecipavano a manifestazioni pro-Stamina, anche in seguito a un discusso servizio delle Iene) la Commissione Affari Sociali della Camera vota l’avvio di una sperimentazione clinica finanziata dallo Stato, per la quale vengono stanziati 3 milioni di euro. Naturalmente anche stavolta ci sono conflitti tra autorità diverse: la sperimentazione viene bloccata da una speciale commissione ministeriale, il cui decreto di nomina viene però sospeso dal TAR del Lazio in seguito a un ricorso di Vannoni, secondo il quale essa non sarebbe stata imparziale. Al momento l’ultima notizia (28 dicembre 2013) è la nomina di una nuova commissione che dovrà sostituire la vecchia.

...Leggi tutto "Stamina"