Posted on

Cose che fanno ridere/1. Rocco Tanica è il più bravo scrittore comico italiano

di Claudio Giunta

[www.internazionale.it]

Nella miscela di cose che sono gli Elio e le Storie tese si fa ovviamente fatica a distinguere l’apporto dell’uno o dell’altro membro del gruppo, e forse la distinzione è vana perché, prima di essere persone che suonano insieme, gli EelST sono amici, e da amici condividono molte opinioni e molti gusti e disgusti. Ma è poi un fatto che il nome «Elio e le storie tese» – trovato ormai trent’anni fa – spiazza un po’ ed è un po’ ingiusto, con «Elio» in primo piano e tutti gli altri nelle retrovie, cioè non corrisponde più bene allo stato dei fatti, perché l’impressione è che gli EelST funzionino come una squadra, una cooperativa di eguali: ma per davvero.

Comunque è chiaro che appartiene a tutti gli EelST la fissazione sugli oggetti quotidiani, sulle marche, la simpatia per tutte le infinite cose inutili – leggende metropolitane, spot televisivi, cartoni animati giapponesi, liquori da poveri (il Vov, lo Zabov) – che dagli anni del boom in poi ci hanno invaso l’esistenza: è un pezzo dell’immaginario della loro generazione diventato quasi naturalmente uno degli ingredienti principali delle loro canzoni. È bello ascoltarli e ritrovare il Garelli, le Tepa, la pistola Oklahoma... Ma, anche se l’ossessione è di tutti, questa ipersensibilità allo squallore moderno, che affiora a momenti nelle canzoni, dev’essere soprattutto una qualità di Rocco Tanica, un modo di vedere le cose soprattutto suo.

...Leggi tutto "Cose che fanno ridere/1. Rocco Tanica è il più bravo scrittore comico italiano"