Posted on

Viaggio d’istruzione nella Calabria ionica/3

di Claudio Giunta

www.internazionale.it

Roccelletta, frazione del comune di Borgia, è uno dei siti archeologici più belli d’Italia, ma la nostra visita è memorabile soprattutto perché l’area intorno alle rovine è piena di gelsi, che in maggio fruttificano. Nessuno di noi va veramente matto per i gelsi, ma sono le sei di un giorno soleggiato e ventoso, siamo gli unici visitatori, sullo sfondo ci sono queste stupende colline, e pochi chilometri a est il mare: ci sembra un peccato non approfittarne, non recitare la nostra parte, non arrampicarci sugli alberi come facevamo da bambini.

Conclusione: per fare il percorso tra le rovine, che durerebbe una ventina di minuti, ci mettiamo due ore, intontiti da una semi-indigestione. Ecco la basilica normanna di Santa Maria della Roccella:

Ecco il teatro romano:

E il panorama dalla collina:

«Cosenza Potenza / carne morta in partenza / consacrata alla violenza / senza opporre resistenza». Un quarantenne del nord non riesce a entrare a Cosenza senza canticchiare questo pezzo di Frankie HI-NRG, ma il segreto – ormai ci è chiaro, anzi ci è chiaro da una vita – è passare soltanto nei posti, non fermarsi mai troppo, e un passaggio nel centro storico di Cosenza è delizioso: sembra una cittadina toscana, solo molto più cadente, o meno gentrificata, che è lo stesso. Nel bel Duomo gotico c’è la ragione per cui siamo venuti sin qui, ed è, a guardarla da vicino, una buona ragione.

...Leggi tutto "Viaggio d’istruzione nella Calabria ionica/3"