Posted on

Su Roberto Calasso

di Claudio Giunta

Il Foglio, venerdì 30 luglio 2021

Il lascito più duraturo di Roberto Calasso è quello che si vede sugli scaffali della mia libreria: soprattutto narrativa e saggistica Einaudi tra i libri che ho comprato negli anni Ottanta e Novanta, soprattutto narrativa e saggistica Adelphi nel ventennio successivo. Forse non è giusto dire, come si sente ogni tanto, che il canone Adelphi ha affiancato e in parte sostituito il canone Einaudi, perché ...Leggi tutto "Su Roberto Calasso"
Posted on

Lo scrittore invisibile

di Matteo Marchesini
[«Il Foglio» del 3 maggio 2014] Ho letto per la prima volta Berardinelli alla fine del liceo. Ed è stato subito un sollievo. Quel critico epigrafico e cordiale dava ordine e autorevolezza a molti pensieri che avevo già rimuginato a lungo in solitudine. Con una combinazione di empirismo e finezza teorica a me ignota, spiegava cosa succede ai libri in alcune situazioni pubbliche che tendono a ...Leggi tutto "Lo scrittore invisibile"