Posted on

Sulle tracce di italiano dell’esame di Stato 2018

di Claudio Giunta

Internazionale online, 20 giugno 2018

Forse non sono la persona giusta per parlare dell’Esame di Stato, perché ho molti dubbi circa il fatto che serva a qualcosa. Sospetto che un esame che viene superato dal 99.5% dei candidati (questo il dato del 2017) non sia veramente un esame ma una di quelle cose fatte pro forma, cioè retoricamente, nelle quali l’Italia è specialista. Forse sarebbe più utile inventarsi qualcosa di diverso: ...Leggi tutto "Sulle tracce di italiano dell’esame di Stato 2018"
Posted on

I cento metri di italiano

di Claudio Giunta

Domenicale del Sole 24 ore, 28 agosto 2016

Sono stati pubblicati gli esiti degli scritti del concorso a cattedra per le scuole, e i numeri sono allarmanti. Più della metà dei 71.000 candidati (tutti provvisti di abilitazione) non ha superato la prova, il che vuol dire che molte cattedre non verranno assegnate, e che anche il prossimo anno bisognerà ricorrere a incarichi pro tempore affidati agli iscritti alle graduatorie ad esaurimento o ...Leggi tutto "I cento metri di italiano"
Posted on

Il problema dell’università italiana, se bisogna dirne uno solo

di Claudio Giunta

Internazionale online

Io sono entrato all’università come professore associato a 31 anni, al cinquanta per cento circa per merito mio. Il senso di colpa che provo per il cinquanta per cento mancante si mitiga un po’ quando mi guardo attorno e vedo docenti che sono, per l’università, più o meno quello che la criptonite è per Superman: il docente asino, il docente matto, il docente che fa da decenni sempre lo ...Leggi tutto "Il problema dell’università italiana, se bisogna dirne uno solo"
Posted on

L’ho sempre detto che non valeva niente

di Claudio Giunta

Internazionale online

Chi non ci lavora non lo sa, ma l’università italiana sta vivendo una piccola rivoluzione. Si è appena conclusa (in alcuni settori si sta concludendo) l’Asn, cioè il concorso per l’Abilitazione scientifica nazionale: un certo numero di commissioni, una per ogni settore disciplinare (tutti: dalla geometria all’econometria, dalla filologia romanza alla chimica analitica), ha esaminato icurricula ...Leggi tutto "L’ho sempre detto che non valeva niente"
Posted on

Sulla riforma del dottorato

di Claudio Giunta
[www.roars.it] Il dottorato di ricerca, per com’è adesso, non va bene. «E allora?», si dirà. Il dottorato di ricerca riguarda un numero molto esiguo di giovani italiane e italiani: una faccenda interna all’università, come la questione dei crediti o delle propedeuticità. Ben altri problemi ha l’istruzione in Italia. Vero: ben altri problemi ha l’istruzione in Italia. Ma il dottorato, ...Leggi tutto "Sulla riforma del dottorato"
Posted on

Come i soldi strozzano la ricerca scientifica

di Edoardo Lombardi Vallauri
[Già pubblicato sulla rivista “Il Mulino”, 6 (2003), pp. 1171-74] Chi fa ricerca oggi sa bene che sono cambiati i criteri con cui essa viene finanziata. E’ cambiato proprio il modo di operare degli organismi che la finanziano (ministeri, Unione Europea). Un tempo era così: lo studioso chiedeva dei soldi perché gli servivano, e l’organismo finanziatore gliene dava un po’ meno. ...Leggi tutto "Come i soldi strozzano la ricerca scientifica"