Posted on

Novità sul testo della “Commedia”

di Claudio Giunta

[Domenicale del Sole 24 ore, 18 agosto 2013]

Non è particolarmente degno di nota il fatto che i migliori filologi italiani continuino a lavorare sul testo della Commedia di Dante. Degno di nota, e confortante, è che questi studi portino a galla in continuazione dati nuovi e interessanti, utili non solo in vista della ricostruzione testuale ma anche per la storia della ricezione del poema, e per la sua stessa interpretazione.

Ultimo contributo in ordine di tempo, questa raccolta di studi dal titolo Nuove prospettive sulla tradizione della «Commedia». Seconda serie (2008-2013), a cura di Elisabetta Tonello e Paolo Trovato. Seconda serie, perché il volume prosegue il lavoro cominciato in una prima, più ampia raccolta di studi di vari autori (2007) che si proponeva come «guida filologico-linguistica al poema dantesco». Dissodato il terreno, in queste Nuove prospettive 2 Paolo Trovato e la sua équipe documentano soprattutto l’ingente lavoro di scavo nella tradizione manoscritta e a stampa portato avanti negli ultimi sette anni, scavo che dovrebbe mettere capo a una nuova edizione critica della Commedia.

Ha senso, un’impresa del genere, posto che di edizioni critiche della Commedia ce ne sono già due, quella curata quasi mezzo secolo fa da Giorgio Petrocchi e quella più recente a cura di Federico Sanguineti (2001), e che a queste vanno aggiunte l’edizione a cura di Antonio Lanza, fondata sul codice Trivulziano (1996), e la revisione del testo Petrocchi a cui sta lavorando Giorgio Inglese (nel 2007 è uscito l’Inferno)?

Sì, ha senso.

...Leggi tutto "Novità sul testo della “Commedia”"