Posted on

Il concorso per i docenti: (altre) 5 cose che non vanno

di Daniele Lo Vetere

L'albergo fiorentino è, per una fortunatissima coincidenza, a soli tre isolati dalla scuola dalla quale sono appena uscito. Mi avvio a piedi, a recuperare la valigia per tornarmene a Torino. Camminando, cerco di decidere se mi senta più indignato o più perplesso: a mettere una di fianco all'altra la prova di latino di oggi e quella di italiano, storia e geografia di ieri, è difficile cogliere una ratio sensata. Ne scriverò, il mondo deve sapere... Ma no, già me la sono presa con la prova preselettiva, ora è l'occasione per tacere. Qualche privata geremiade con amici e parenti, poi lasciar cadere la cosa e non pensarci più. Anche perché, se questo concorso dovessi vincerlo, qualcuno potrebbe dire che ho sputato nel piatto in cui mangerò, se invece dovessero escludermi, direbbero che sono mosso semplicemente da risentimento. Insomma, mettiamoci l'anima in pace.

Queste riflessioni occupavano la mia mente il 19 febbraio 2013. A quattro mesi di distanza la voglia di ragionare in pubblico è rinata, perché storture si sono sommate a storture: l'ultima è datata 12 giugno. Come dire, a questo punto perfino gli scrupoli sono superflui: i fatti parlano da sé. Vediamo perciò altre cinque cose che in questo concorso per docenti proprio non vanno.

...Leggi tutto "Il concorso per i docenti: (altre) 5 cose che non vanno"