Posted on

Matteo Marchesini sulla poesia di Amelia Rosselli

di Matteo Marchesini

Da Da Pascoli a Busi. Letterati e letteratura in Italia, Macerata, Quodlibet 2014.

  1. «Amelia Rosselli, in poesia, è così vera e forte che si perdonano i discorsi di non pochi suoi discutibili ammiratori. A rendere del tutto inconsueta quella sua poesia sono le dolorose trovate formali che – avrebbe detto Montale – gli studenti canaglie le hanno già rubate, freddamente imitandola». Così scriveva, in uno dei suoi brevi ritratti novecenteschi, Franco Fortini. Oggi, ...Leggi tutto "Matteo Marchesini sulla poesia di Amelia Rosselli"
Posted on

Su “Casa di carte” di Matteo Marchesini

di Claudio Giunta

Domenicale del Sole 24 ore, 24 marzo 2019

Nelle ultime settimane mi è capitato di leggere, alternandoli, un libretto di un professore di letteratura internazionalmente noto, uno dei non molti viventi ben installati nei syllabus dei corsi universitari, e il libro Casa di carte, che raccoglie gli ultimi saggi sulla letteratura contemporanea, Dal boom ai social, di Matteo Marchesini. Ho abbandonato il libretto da syllabus dopo una trentina di ...Leggi tutto "Su “Casa di carte” di Matteo Marchesini"
Posted on

Un rivoluzionario

di Alberto Saibene
Credo nella verità dei luoghi. Fu soprattutto per questo che nell’agosto di una decina di anni fa risalivo la strada tortuosa verso Barbiana dove don Lorenzo Milani trascorse gli ultimi tredici anni della sua breve vita. Arrivato, visitai subito il cimitero dove don Milani è sepolto accanto alla Eda, la governante, e alla mamma di Eda Pelagalli (che don Lorenzo chiamava “la nonna”). ...Leggi tutto "Un rivoluzionario"
Posted on

Le due ferite di Raffaele La Capria

di Claudio Giunta

Internazionale online, dicembre 2018

Ecco un libro che non ha niente a che fare con l’Italia di oggi. Non solo perché il suo autore è quasi centenario, e può permettersi di guardare le cose stando al di fuori della mischia, e non solo perché Il fallimento della consapevolezza (Milano, Mondadori 2018) raccoglie vecchi pezzi e vecchie lettere, ma per una ragione più sostanziale: che a differenza della gran parte dei suoi contemporanei, ...Leggi tutto "Le due ferite di Raffaele La Capria"
Posted on

Ritorno alla «filologia»? (Su Said, Agamben e altra critica universitaria)

di Claudio Giunta

«Ecdotica», 14 (2017), pp. 104-35.

1. A un certo punto del romanzo Passa la bellezza di Antonio Pascale il protagonista racconta di come una sua vocazione giovanile sia stata repressa e spenta da un insegnante in nome di Valori più elevati [1]. In seconda media, scrive Pascale, non facevo altro che disegnare i templi greci. Quell’ordine perfetto, il susseguirsi dei colonnati, simmetria, prospettiva. Avevo una professoressa che appendeva ...Leggi tutto "Ritorno alla «filologia»? (Su Said, Agamben e altra critica universitaria)"
Posted on

Sessantotto

di Matteo Marchesini

Il Foglio, 21 febbraio 2018

A mezzo secolo dal ’68, sentiremo ricordare un po’ dappertutto gli opposti significati che gli vengono attribuiti. La sua cifra bifronte indica sia l’ultima rivolta imparentata con i moti ottonovecenteschi, sia l’affermazione di una società affluente dove la tendenza libertaria è indistinguibile dal consumismo; evoca un istinto ludico e anarchico che si rovescia in pratiche settarie; simboleggia ...Leggi tutto "Sessantotto"