Posted on

Su “Le eresie medievali” di Irene Bueno

di Claudio Giunta

[Supplemento domenicale del Sole 24 ore, 27 ottobre 2013]

Diverse case editrici hanno pensato o stanno pensando di realizzare delle collane di libri di base che trattino in maniera chiara e sintetica un certo numero di questioni storico-culturali. C’è là fuori, si pensa, tutto un pubblico da conquistare o da riconquistare alla conoscenza, c’è un autentico desiderio di sapere che la TV e i giornali lasciano insoddisfatto (troppo fatui), e che la rete può soddisfare soltanto in parte, perché chi non sa ha bisogno, più che di informazioni, di una guida che lo aiuti a filtrarle e a metterle in ordine. È così? Si spera che sia così.

Agli editori che provano a intercettare questo pubblico si aggiunge ora Ediesse con una collana di Fondamenti: monografie brevi ma non brevissime (in media sulle 200 pagine) dedicate – si direbbe sfogliando la prima dozzina di titoli di un catalogo che è poco definire eclettico (ma perché no, se i libri sono buoni) – a qualsiasi tema possa essere considerato degno di approfondimento da parte del famoso lettore «curioso ma non specialista»: attualità (Il razzismo, I beni comuni), scienza (Temperatura, energia, entropia), storia contemporanea (L’autunno caldo), eccetera.

...Leggi tutto "Su “Le eresie medievali” di Irene Bueno"