Posted on

È giusto che gli studenti valutino i docenti?

di Marco Villoresi
[In una versione più breve su La Repubblica Firenze, 10 ottobre 2013] Trasparenza è una parola presente spesso in modo persino ossessivo nel dibattito politico-culturale degli ultimi anni. La valutazione della didattica universitaria da parte degli studenti è prassi consolidata in molti paesi occidentali, ma in Italia è stata presentata come un doveroso omaggio alla trasparenza. Credo si possa ...Leggi tutto "È giusto che gli studenti valutino i docenti?"
Posted on

Ci vuole davvero un codice etico per le università?

di Giuseppe Sciortino
[Corriere di Bologna, 22 giugno 2013] Proprio vero che le disgrazie non vengono mai sole: non bastasse il caldo, nel mio ateneo alpino si riparla di codice etico. La riforma Gelmini dell’università –quella promossa da una bresciana che aveva passato l’esame da avvocato a Reggio Calabria – ha prescritto che ogni ateneo ne abbia uno. L’opinione pubblica ha applaudito: è ormai convinta, ...Leggi tutto "Ci vuole davvero un codice etico per le università?"
Posted on

Sulla riforma del dottorato

di Claudio Giunta
[www.roars.it] Il dottorato di ricerca, per com’è adesso, non va bene. «E allora?», si dirà. Il dottorato di ricerca riguarda un numero molto esiguo di giovani italiane e italiani: una faccenda interna all’università, come la questione dei crediti o delle propedeuticità. Ben altri problemi ha l’istruzione in Italia. Vero: ben altri problemi ha l’istruzione in Italia. Ma il dottorato, ...Leggi tutto "Sulla riforma del dottorato"
Posted on

La non fuga dei cervelli

di Giuseppe Sciortino
[Corriere di Bologna, 9 marzo 2013] Noi siamo fatti della stessa sostanza dei sogni, sostiene il bardo. La nostra (breve) vita è circondata dal sonno. Ho spesso l’impressione che anche il dibattito pubblico sull’università sia intessuto di sogni, e quasi del tutto separato dalla vita quotidiana degli atenei.  Anche se, nel caso dell’università, sarebbe forse più appropriato parlare di ...Leggi tutto "La non fuga dei cervelli"
Posted on

Petit conte moral

di Claudio Giunta
[www.roars.it, 4 marzo 2013] Forse l’anonimato, nella valutazione (o una valutazione così concepita), non è proprio la strada giusta, perché è tra l’altro un modo per dare sfogo a meschinità, rancori, invidie. Qui di seguito uno scenario immaginario ma assolutamente possibile, forse probabile. Erano molti anni che aspettavo una buona occasione per vendicarmi della collega X. Una ...Leggi tutto "Petit conte moral"
Posted on

No, dai, basta… (ancora sulla valutazione universitaria)

di Giuseppe Sciortino
[Corriere di Bologna, 16 febbraio 2013] Quel nome mi ricordava soltanto una vecchia pubblicità di detersivi.  Essendo associato all’infanzia e a Carosello, mi faceva persino una certa simpatia. Non è durata molto. Qualche rigo, e la lettura dell’AVA – il famigerato decreto relativo ai processi di «Autovalutazione, Valutazione periodica e Accreditamento» dei corsi di studio universitari– ...Leggi tutto "No, dai, basta… (ancora sulla valutazione universitaria)"