Posted on

Philip Larkin, “The Whitsun Weddings” (con una traduzione di servizio)

di Claudio Giunta


Philip Larkin The Whitsun Weddings Le nozze di Pentecoste That Whitsun, I was late getting away: Not till about One-twenty on the sunlit Saturday Did my three-quarters-empty train pull out, All windows down, all cushions hot, all sense Of being in a hurry gone. We ran Behind the backs of houses, crossed a street Of blinding windscreens, smelt the fish-dock; thence The river's level drifting breadth began, Where sky and Lincolnshire and water meet. Quella Pentecoste, ero partito in ritardo: soltanto verso l’una e venti di quel sabato di sole il mio treno, vuoto per tre quarti, si era mosso, i finestrini giù, i cuscini caldi, ogni sensazione di aver fretta spenta. Andammo costeggiando il retro delle case, traversammo una strada piena di parabrezza lucenti, annusammo il molo dei pescatori, poi il fiume cominciò ad allargarsi, dove il cielo e il Lincolnshire e l’acqua s’incontrano. ...Leggi tutto "Philip Larkin, “The Whitsun Weddings” (con una traduzione di servizio)"