Posted on

Che fare con le tesi?

di Claudio Giunta

E’ uscito per il Mulino il saggio “E se non fosse la buona battaglia? Sul futuro dell’istruzione umanistica”. Cose vecchie riscritte e cose nuove sulle materie umanistiche a scuola e all’università. Questo capitolo parla delle tesi di laurea e, al fondo, di quelle di dottorato.

Si definisce ‘massa inerziale di un corpo’ la resistenza che esso oppone a cambiare il suo stato di moto in conseguenza dell’applicazione di una data forza. Anche il sistema dell’istruzione italiano ha una sua massa inerziale, ed è tale che il suo moto è rimasto praticamente immutato anche dopo che, qualche anno fa, una Forza vi ha introdotto dei cambiamenti, in potenza, rivoluzionari. Prima ...Leggi tutto "Che fare con le tesi?"
Posted on

Il Nobel a Borges, perfavore!

di Piergiorgio Bellocchio

L’Illustrazione italiana, 1982

Tra i crucci dell’amico, cui mi accomuna il vizio della letteratura, c’è anche la ricorrente mancata assegnazione del premio Nobel a Jorge Luìs Borges. Da anni, nel mese di ottobre, quando l’Accademia di Stoccolma si appresta a decidere, egli entra in agitazione. E ogni volta al suo idolo vengono preferiti scrittori tedeschi, polacchi, giapponesi, russi, ebrei, cinesi, australiani e perfino ...Leggi tutto "Il Nobel a Borges, perfavore!"
Posted on

La verità del dialogo. Un ritratto di Nicola Chiaromonte

di Matteo Marchesini

Da Da Pascoli a Busi. Letterati e letteratura in Italia, Quodlibet 2014

1. Nel Novecento, la mitizzazione più appariscente ed equivoca della Grecia antica è stata tentata dai filosofi che hanno esaltato le fonti presocratiche, giudicando tutta la storia del pensiero da Socrate e Platone fino alla modernità come un compatto processo di razionalizzazione – cioè di tradimento e d’impoverimento – delle originarie verità tragiche e sapienziali racchiuse ...Leggi tutto "La verità del dialogo. Un ritratto di Nicola Chiaromonte"
Posted on

Su “Sabbie bianche” di Geoff Dyer

di Claudio Giunta

Domenicale del Sole 24 ore, 6 agosto 2017

I racconti di viaggio si possono disporre su una linea che ha ai suoi estremi la totale oggettività e la totale soggettività. Vale a dire che si può scrivere di viaggi senza quasi far percepire la propria presenza, modalità Lonely Planet. E se ne può scrivere occupando tutta la scena col proprio io, adoperando il viaggio come pretesto per l’autobiografia. Verrebbe da dire che la virtù sta nel ...Leggi tutto "Su “Sabbie bianche” di Geoff Dyer"
Posted on

Su “Dante, nostro contemporaneo” di Marco Grimaldi

di Claudio Giunta

Domenicale del Sole 24 ore, 23 luglio 2017

Davanti agli scrittori e ai libri classici accade di tenere due atteggiamenti opposti. Uno è quello attualizzante: per far capire al pubblico, di solito un pubblico scolastico, che la voce dei grandi autori del passato è ben udibile anche oggi e merita di essere ascoltata, si annullano i secoli e si cerca di dimostrare come tutte le domande che ci poniamo oggi siano già contenute in quei vecchi ...Leggi tutto "Su “Dante, nostro contemporaneo” di Marco Grimaldi"
Posted on

Kafka a Berlino

di Claudio Giunta

Domenicale del Sole 24 ore, 9 luglio 2017

Ci si era appena ripresi dalla meraviglia di Questo è Kafka? la biografia in 99 frammenti scritta da Reiner Stach (recensito sul Sole da Domenico Scarpa), si avevano ancora gli occhi lucidi, ed ecco che al Martin-Gropius-Bau di Berlino fino al 28 agosto espongono il manoscritto del Processo. Ora, la mostra è una mostrina, due salette, venti minuti di visita, e non c’è niente che il Devoto di Kafka ...Leggi tutto "Kafka a Berlino"