Posted on

Dante inventa, sogna o ha una visione?

di Claudio Giunta

Domenicale del Sole 24 ore, 18 agosto 2019

Un uomo scrive un libro nel quale racconta di essersi perso in un bosco e di essersi ritrovato senza sapere come nell’aldilà, e di aver visitato in compagnia del poeta Virgilio l’inferno e il purgatorio, e poi il paradiso in compagnia di una ragazza che amava, morta dieci anni prima, e alla fine di aver visto Dio. Cosa dobbiamo pensare? Ovviamente che l’uomo si è inventato tutto, scrivendo ...Leggi tutto "Dante inventa, sogna o ha una visione?"
Posted on

Su “Senza salutare nessuno” di Silvia Dai Pra’

di Claudio Giunta

Domenicale del Sole 24 ore, primo settembre 2019

Io appartengo alla generazione che quando sente i nomi Jugoslavia, Croazia, Serbia, ma anche Slovenia e Istria, pensa subito alla guerra. Negli anni Novanta, quando la Jugoslavia si è dissolta uccidendo una parte considerevole dei suoi cittadini, avevo vent’anni. Può darsi che i ventenni di oggi, quando leggono o sentono quei nomi, pensino alle vacanze in canoa sulla costa dalmata. Io penso al ...Leggi tutto "Su “Senza salutare nessuno” di Silvia Dai Pra’"
Posted on

Le opere e soprattutto la vita di Rocco Tanica

di Claudio Giunta

Il Foglio, 26 maggio 2019

Comicità e umorismo sono proprio cose soggettive. Giorni fa mi è capitato di chiedere a uno dei più bravi scrittori italiani chi lo facesse ridere e lui mi ha citato il nome di un comico televisivo di fronte al quale io non riesco a stare più di cinque secondi senza un attacco di vergüenza ajena. Peggio ancora quando si parla di comicità e umorismo scritti, dei racconti o dei libri che fanno ...Leggi tutto "Le opere e soprattutto la vita di Rocco Tanica"
Posted on

Gli Enrico IV della Italian Theory

di Matteo Marchesini

Il Foglio, 3 aprile 2018

“Siamo re che si credono mendicanti”, ha ribadito tempo fa l’irremovibile Emanuele Severino al Corriere. Mi sono imbattuto nell’intervista mentre leggevo “Le mani su Machiavelli” di Pier Paolo Portinaro, un’onesta critica liberal-torinese alla cosiddetta Italian Theory, la costellazione biopolitica che va dal dionisiaco Negri all’ombroso Agamben, e di cui Roberto Esposito è il sincretistico ...Leggi tutto "Gli Enrico IV della Italian Theory"
Posted on

Su “Storia culturale della canzone italiana” di Jacopo Tomatis

di Claudio Giunta

Internazionale online, marzo 2019

Storia culturale della canzone italiana di Jacopo Tomatis (Il Saggiatore, 38 euro) è un libro che, come si dice, vuol essere consultato piuttosto che letto, perché è lunghissimo, ma io ho cominciato a leggerlo da pagina 1 e sono arrivato a pagina 606 (poi ce sono altre cento di note) senza saltare niente, e annoiandomi solo un po’ in certe parti catalogiche (è un libro brulicante di nomi, date, ...Leggi tutto "Su “Storia culturale della canzone italiana” di Jacopo Tomatis"
Posted on

Su “Casa di carte” di Matteo Marchesini

di Claudio Giunta

Domenicale del Sole 24 ore, 24 marzo 2019

Nelle ultime settimane mi è capitato di leggere, alternandoli, un libretto di un professore di letteratura internazionalmente noto, uno dei non molti viventi ben installati nei syllabus dei corsi universitari, e il libro Casa di carte, che raccoglie gli ultimi saggi sulla letteratura contemporanea, Dal boom ai social, di Matteo Marchesini. Ho abbandonato il libretto da syllabus dopo una trentina di ...Leggi tutto "Su “Casa di carte” di Matteo Marchesini"