Posted on

Arpino, Calvino, Torino

di Matteo Marchesini

Il Foglio, 29 novembre 2017

Devo alla biblioteca dei miei genitori, o meglio all’ordine scelto negli scaffali più bassi, un’attrazione infantile per certi volumi einaudiani dai dorsi smilzi. In genere erano ristampe di romanzi brevi o racconti lunghi dei plumbei anni Cinquanta. Ingredienti tipici: sullo sfondo una Torino di nebbia, bitume e ruggine, dove il Pci sbiadisce gozzanianamente; in primo piano un impiegato che redige ...Leggi tutto "Arpino, Calvino, Torino"
Posted on

Sulle Amache di Serra

di Claudio Giunta

Domenicale del Sole 24 ore, 18 dicembre 2017

È chiaro che scrivere ogni giorno sul giornale la propria opinione, un migliaio di caratteri su una questione qualsiasi, dall’ISIS alle pensioni, dagli stipendi dei calciatori alle pale eoliche, è una cosa che non bisognerebbe fare, in primo luogo perché è impossibile documentarsi a dovere, ed è inevitabile che una conoscenza approssimativa dei fatti produca spesso opinioni superficiali; e in ...Leggi tutto "Sulle Amache di Serra"
Posted on

Una nuova edizione della “Critica del testo” di Maas

di Claudio Giunta

Domenicale del Sole 24 ore, 19 novembre 2017

La Critica del testo di Paul Maas è un testo sacro per i filologi, specie per i filologi classici, perché la filologia intesa come ecdotica deve a Maas parte del suo apparato metodologico e parte della sua nomenclatura tecnica (errori-guida e eliminatio lectionum singularium, per esempio). Questo breve saggio uscì per la prima volta nel 1927 come capitolo di una Introduzione alla scienza dell’antichità ...Leggi tutto "Una nuova edizione della “Critica del testo” di Maas"
Posted on

Alessandro Leogrande (1977-2017)

di Alberto Saibene
Si dice che chi muore giovane è caro agli dei, ma sappiamo che non è vero. Anzi chi muore giovane lascia un vuoto più grande, un ventaglio di domande su quale sorte gli avrebbe riservato il destino. È il caso di Alessandro Leogrande, scrittore, giornalista e giovane uomo del sud, per la precisione di Taranto, città bella e terribile. Apparteneva a quella razza di intellettuali meridionali che ...Leggi tutto "Alessandro Leogrande (1977-2017)"
Posted on

Baruffe muranesi

di Claudio Giunta

Domenicale del Sole 24 ore, 15 ottobre 2017

Studiando la letteratura del Medioevo càpita di avere la sensazione che la realtà si smaterializzi sotto i propri occhi. Non che gli scrittori non parlino di cose tangibili, di persone in carne e ossa, non che stiano postmodernamente in equilibrio sul crinale tra verità e menzogna: al contrario, pretendono di dire la verità anche quando dicono cose ovviamente inventate, come andare a spasso nell’oltretomba ...Leggi tutto "Baruffe muranesi"
Posted on

Che fare con le tesi?

di Claudio Giunta

E’ uscito per il Mulino il saggio “E se non fosse la buona battaglia? Sul futuro dell’istruzione umanistica”. Cose vecchie riscritte e cose nuove sulle materie umanistiche a scuola e all’università. Questo capitolo parla delle tesi di laurea e, al fondo, di quelle di dottorato.

Si definisce ‘massa inerziale di un corpo’ la resistenza che esso oppone a cambiare il suo stato di moto in conseguenza dell’applicazione di una data forza. Anche il sistema dell’istruzione italiano ha una sua massa inerziale, ed è tale che il suo moto è rimasto praticamente immutato anche dopo che, qualche anno fa, una Forza vi ha introdotto dei cambiamenti, in potenza, rivoluzionari. Prima ...Leggi tutto "Che fare con le tesi?"