Posted on

Felice come un Ironman

di Claudio Giunta

Internazionale online, aprile 2017

Tra le altre cose, l’Ironman è anche un esempio affascinante del modo in cui oggi, nel mondo, girano i soldi. Uno non può brevettare il calcio, o il biliardo, e passare a riscuotere una tassa nei campetti di periferia o nelle tavernette; invece Ironman® è un marchio registrato come la Coca-Cola, il che vuol dire che chiunque nel mondo organizzi una gara Ironman deve pagare delle royalties ai ...Leggi tutto "Felice come un Ironman"
Posted on

Zalone come pretesto e come machete

di Matteo Marchesini
Forse l’aggettivo che più si adatta a Checco Zalone è “efficiente”. Un comico di efficienza robotica, ecco chi è l’imitatore di Zelig e l’autore di Quo vado?. La sua verve è grevemente intelligente e intelligentemente greve: non c’è nulla, nei suoi sketch, che non vada a finire in “pugnette”, e al tempo stesso non c’è “pugnetta” che non sia evocata in modi quasi concettosi. ...Leggi tutto "Zalone come pretesto e come machete"
Posted on

Mondo cane, oggi

di Guido Vitiello

Il Foglio, 9 gennaio 2016

Pasoliniano e polinesiano, è tornato Massimo Recalcati con la rubrica “I tabù del mondo”, ogni domenica su Repubblica. Pasoliniano, perché dice che viviamo una mutazione antropologica, la stessa descritta da PPP, e che se prima eravamo uomini dostoevskiani, presi nella morsa tra delitto e castigo, tra il Desiderio e la Legge, ora siamo nel tempo della disinibizione e del godimento senza limiti. ...Leggi tutto "Mondo cane, oggi"
Posted on

750

di Claudio Giunta

Domenicale del Sole 24 ore, 17 maggio 2015

Dante Alighieri si sarebbe molto meravigliato se gli avessero detto che nel 2015 gli italiani avrebbero festeggiato il suo settecento-cinquantesimo compleanno. Non che avesse dubbi circa il proprio valore, o circa la durata della propria fama: non che non sapesse di essere un genio, e non che questa consapevolezza fosse temperata dalla modestia. Chi l’ha letto conosce bene le sue candide dichiarazioni ...Leggi tutto "750"
Posted on

La cultura dell’eccezione. Un sabato mattina alla Biblioteca Nazionale di Roma

di Clizia Carminati
Roma, 11 aprile 2015. Sono arrivata alla Biblioteca Nazionale alle 9 di sabato mattina. Il sabato mattina la Biblioteca è aperta dalle 8.30 alle 13.30. Arrivo fiduciosa: devo consultare libri recenti, generalmente prestabili e fotocopiabili. Dopo anni passati su materiale antico, inamovibile e non riproducibile se non a costi altissimi, è un sollievo. Desidero consultare un’edizione critica, ...Leggi tutto "La cultura dell’eccezione. Un sabato mattina alla Biblioteca Nazionale di Roma"
Posted on

Uno può anche non leggere

di Claudio Giunta

Domenicale del Sole 24 ore, primo marzo 2015

Le librerie chiudono, i libri non si vendono. Tra le cose che l’Associazione Italiana Editori (AIE) si è inventata per metterci una pezza c’è #ioleggoperché, “una grande iniziativa nazionale di promozione del libro e della lettura” che per quanto si riesce a capire dal sito funziona così: ci si dichiara disponibili a diventare Messaggeri, si ricevono gratuitamente a casa 6+6 copie di due ...Leggi tutto "Uno può anche non leggere"