Posted on

Su Ermanno Rea (1927-2016)

di Gianluigi Simonetti

Domenicale del Sole 24 ore, 18 settembre 2016

«Un grande scrittore una volta disse di amare soltanto le storie “dettagliate ed esatte”. Io la penso come lui». Lo scrittore in questione è Thomas Mann; a evocarlo, identificando il proprio sguardo in quella coppia di aggettivi, è Ermanno Rea, in un suo romanzo del 2007, Napoli Ferrovia. Scomparso il 13 settembre, Rea aveva 89 anni; per la maggior parte della vita ha fatto il giornalista e ...Leggi tutto "Su Ermanno Rea (1927-2016)"
Posted on

Il sottosuolo. Su “Elizabeth” di Paolo Sortino (e sul romanzo contemporaneo)

di Gianluigi Simonetti
[www.leparoleelecose.it] La cosa da non fare con Elisabeth, notevolissimo romanzo d’esordio di Paolo Sortino (Einaudi, Torino 2011) è annetterlo seccamente al filone del non fiction novel, o peggio ancora alla vasta area del neo-neorealismo alla moda: nonostante le apparenze, e comunque lo si giudichi, questo libro va nella direzione opposta, che è quella della visionarietà e dell’ambiguità. ...Leggi tutto "Il sottosuolo. Su “Elizabeth” di Paolo Sortino (e sul romanzo contemporaneo)"