Posted on

Accesso aperto anche per il materiale fotografico!

di Andrea Brugnoli e Stefano Gardini

Perché non permettere agli utenti di biblioteche e archivi di fotografare e condividere i materiali di studio?

L’avvento della fotografia digitale sembra essere assente nel dibattito degli studiosi di discipline storiche, probabilmente in ragione di una presunta mancanza di innovazione dal punto di vista epistemologico. Sul piano pratico la fotografia digitale ha però messo a disposizione degli studiosi la possibilità di riprodurre con notevoli semplificazioni nelle tecniche di ripresa – e soprattutto a costo praticamente nullo – tutte quelle testimonianze del passato, siano esse scritte, grafiche o materiali, sulle quali si basa la loro ricerca.

Ci troviamo di fronte, da almeno un quindicennio a questa parte, a una tecnica che da un lato amplifica, facilita e velocizza le procedure di registrazione, dall’altro offre la possibilità di tornare in continuazione a riconsiderare le letture e le interpretazioni delle stesse fonti, con ulteriore riduzione dei tempi di lavoro. Ma è soprattutto nella possibilità di condividere il materiale, sia nella fase di studio come in quella di edizione, che si possono aprire rilevanti prospettive per la ricerca, anche in ragione di un contenimento dei costi che permetterebbe di far meglio fronte ai tagli dei finanziamenti alla ricerca e alla riduzione dei servizi da parte degli enti di conservazione.

...Leggi tutto "Accesso aperto anche per il materiale fotografico!"