Posted on

Il mondo è quel che è. Una nuova lettura del Decameron

di Claudio Giunta

Domenicale del Sole 24 ore, 28 maggio 2017

The world is what it is. È la prima frase di Sull’ansa del fiume di Naipaul nonché il titolo della sua autobiografia (le frasi successive non sono meno memorabili: «Uomini che non sono niente, che concedono a se stessi di non diventare niente, non hanno posto nel mondo»). Il mondo è quel che è: la maturità consiste nel fare esperienza di questo semplice fatto, e nell’accettarlo. O no? Arrivato ...Leggi tutto "Il mondo è quel che è. Una nuova lettura del Decameron"
Posted on

Didattica della fuffa

di Claudio Giunta

Supplemento culturale del Sole 24 ore, 21 maggio 2017 

Sulla Domenica del Sole 24 ore del 7 maggio Mario De Caro e Pietro Di Martino perorano la causa delle didattiche disciplinari nella formazione dei futuri insegnanti. «È dunque indispensabile – scrivono – che almeno la metà dei 24 crediti didattici richiesti per accedere al triennio formativo riguardino le specifiche didattiche disciplinari (didattica della matematica, didattica delle lingue, ...Leggi tutto "Didattica della fuffa"
Posted on

Felice come un Ironman

di Claudio Giunta

Internazionale online, aprile 2017

Tra le altre cose, l’Ironman è anche un esempio affascinante del modo in cui oggi, nel mondo, girano i soldi. Uno non può brevettare il calcio, o il biliardo, e passare a riscuotere una tassa nei campetti di periferia o nelle tavernette; invece Ironman® è un marchio registrato come la Coca-Cola, il che vuol dire che chiunque nel mondo organizzi una gara Ironman deve pagare delle royalties ai ...Leggi tutto "Felice come un Ironman"
Posted on

Sulla “Caccia di Diana” di Boccaccio

di Claudio Giunta

Domenica del Sole 24 ore, 9 aprile 2017

«Mi parli del Boccaccio poeta» è una domanda-killer, una di quelle che agli esami di Letteratura italiana si fanno ‘per la lode’ a chi ha già dimostrato di sapere il fatto suo. Peggio c’è solo «Mi parli del Boccaccio latino». L’italiano medio, lo studente medio, lo studioso medio (anche medievista) conosce il Decameron, e ha solo una vaga informazione sul resto dell’opera boccacciana. ...Leggi tutto "Sulla “Caccia di Diana” di Boccaccio"
Posted on

Su “L’animale notturno” di Andrea Piva

di Claudio Giunta

Domenica del Sole 24 ore, 2 aprile 2017

Apocalisse da camera, il primo romanzo di Andrea Piva (2006), era una specie di incruento American Psycho, con – al posto di Patrick Bateman – un bravo ragazzo come protagonista. Il bravo ragazzo tirava cocaina e, assistente all’università, si portava a letto le studentesse in cambio della promozione agli esami, ma niente di più grave di questo. Il titolo del libro era appropriato, perché ...Leggi tutto "Su “L’animale notturno” di Andrea Piva"
Posted on

A futura memoria

di Claudio Giunta

Internazionale online, aprile 2017

Adelphi sta ripubblicando le opere complete di Leonardo Sciascia, ma a fianco dei tre volumoni previsti (due già usciti) sta anche facendo uscire dei volumi più sottili: la bella raccolta di scritti letterari Fine del carabiniere a cavallo, all’inizio dell’anno scorso; e adesso l’ultimo libro uscito vivente Sciascia, A futura memoria (se la memoria ha un futuro). Curatore di tutti questi libri ...Leggi tutto "A futura memoria"