Posted on

Su “Guerra in camicia nera” di Giuseppe Berto

di Claudio Giunta

Domenicale del Sole 24 ore, 27 dicembre 2020

Osserva giustamente il curatore Domenico Scarpa che le pagine finali di Guerra in camicia nera – ora ristampato da Neri Pozza – sono «fra le più belle della letteratura italiana dopo la Seconda guerra mondiale». È il maggio del 1943, l’esercito italiano schierato in Libia è stato sconfitto dagli Alleati. I sopravvissuti sono stati presi prigionieri. Giuseppe Berto è tra loro. Lui e i suoi ...Leggi tutto "Su “Guerra in camicia nera” di Giuseppe Berto"
Posted on

Gianluigi Simonetti su “Elsa Morante” di René de Ceccatty

di Gianluigi Simonetti

Domenicale del Sole 24 ore, 7 dicembre 2020

Discutendo con Enzo Siciliano, Elsa Morante dichiarò una volta che scavare nella vita di uno scrittore può servire al massimo a divulgare «quello che uno non è». Dietro questa frase apparentemente paradossale fa capolino un’idea chiave della cultura letteraria moderna: l’opera d’arte non ha nulla a che fare con la vita del suo autore. Non solo perché è autonoma rispetto al ‘vissuto’ ...Leggi tutto "Gianluigi Simonetti su “Elsa Morante” di René de Ceccatty"
Posted on

Matteo Marchesini su Gianni Rodari

di Matteo Marchesini

Il Foglio, 14 novembre 2020

Pur venendo da una famiglia tutt’altro che benestante, sono stato un bambino privilegiato. Ho avuto la fortuna di crescere nell’Emilia degli anni ’80, cioè nel piccolo impero asburgico del Pci, che al suo crepuscolo attutiva ancora le dure realtà a cui ho dovuto arrendermi da adulto. Passare i pomeriggi nelle biblioteche dell’hinterland bolognese, specie se si aveva una mamma addetta al servizio, ...Leggi tutto "Matteo Marchesini su Gianni Rodari"
Posted on

Su “Dante” di Alessandro Barbero

di Claudio Giunta

Domenicale del Sole 24 ore, 6 dicembre 2020

Non è mai male cominciare dall’autobiografia. Una ventina d’anni fa Marco Santagata mi chiese di commentare le Rime di Dante per l’edizione delle opere minori che lui dirigeva per i Meridiani Mondadori. Commentare Dante è una meraviglia, sia perché è Dante sia perché i suoi testi – le liriche non meno della Commedia – obbligano a pronunciarsi su un’enorme quantità di questioni che ...Leggi tutto "Su “Dante” di Alessandro Barbero"
Posted on

Su “I vagabondi efficaci” di Fernand Deligny (con una risposta a C. Raimo)

di Claudio Giunta

Il Foglio, 5 dicembre 2020

Alle scuole elementari avevo in classe un bambino problematico. Un po’ più grosso degli altri, impacciato nei movimenti, rissoso, lentissimo nell’imparare. Erano anni in cui non ci si curava molto dei bambini problematici: stavano lì. Massimo stette lì un paio d’anni, tra la terza e la quarta, poi sparì, finì da qualche altra parte, non saprei dire dove, e non ricordo che nessuno se lo chiese, ...Leggi tutto "Su “I vagabondi efficaci” di Fernand Deligny (con una risposta a C. Raimo)"