Posted on

A Belgrado, 20 anni dopo Dayton

di Claudio Giunta

Domenicale del Sole 24 ore, 22 novembre 2015

Primo aneddoto: Pola, Croazia, oggi. Un gruppetto di turisti serbi s’iscrive alla visita al teatro romano. È tardi, però, e l’unica guida rimasta è quella che parla croato. Il gruppetto di serbi si avvicina; la guida, giovanissima e gentile, li avverte: «Venite senz’altro, ma tenete presente che parlerò croato, pensate di poter capire?». Sono passati vent’anni esatti dagli accordi di ...Leggi tutto "A Belgrado, 20 anni dopo Dayton"
Posted on

Elsa Morante e il narciso infelice

di Matteo Marchesini

Il Foglio, 11 aprile 2015

Davanti a una delle opere maggiori della Morante, un critico parlò del “romanzo di chi ha sognato un romanzo”. Per questo genere, in effetti, la scrittrice aveva un vero e proprio culto. Quando iniziò “Menzogna e sortilegio”, sognava di scrivere l’ultimo Grande Romanzo Integrale, un esemplare capace di riassumere in sé tutte le suggestioni dei suoi più celebri antenati editi tra ...Leggi tutto "Elsa Morante e il narciso infelice"
Posted on

Di cosa parliamo quando parliamo d’impiattamento

di Claudio Giunta

Domenicale del Sole 24 ore, 15 novembre 2015

 Tutti noi persone intelligenti che mangiamo un po’ come viene, normale in settimana e un po’ meglio il week-end, abbiamo pensato alla fregola culinaria degli ultimi anni – cucinare come si deve, mangiare come si deve, impiattare come si deve, parlare di cibo come si deve – come a un’idiozia, una delle tante che per fortuna rallegrano la società affluente, ma senza distinguere tanto: ...Leggi tutto "Di cosa parliamo quando parliamo d’impiattamento"
Posted on

La battaglia d’Inghilterra

di Giuseppe Sciortino

Corriere di Bologna, 20 novembre 2015

Gli attentati di Parigi hanno centrato il loro primo obiettivo: seminare insicurezza, creando un clima di assedio. La parte razionale del nostro essere può ricordarci che questo è solo l’ultimo di una lunga serie di attentati, molti dei quali abbiamo trascurato solo perché avvenivano in luoghi che – sbagliando – consideravamo lontani da noi. Può ricordarci quanto vuole che questa insicurezza, ...Leggi tutto "La battaglia d’Inghilterra"
Posted on

Sui saggi danteschi di Contini

di Claudio Giunta
Da Contini e i classici: Dante, in Gianfranco Contini 1912-2012. Attualità di un protagonista del Novecento, a cura di Lino Leonardi, Firenze, Edizioni del Galluzzo 2014, pp. 81-99. Preparando questa comunicazione ho pensato ogni tanto che, anziché dare al congresso un taglio tematico (il Dante di Contini, la filologia di Contini), gli si sarebbe potuto dare un taglio cronologico, procedere ...Leggi tutto "Sui saggi danteschi di Contini"
Posted on

Viva la faccia!

di Guido Vitiello

Il Foglio, 6 novembre 2015

Ho sempre pensato che Emanuele Severino fosse irrappresentabile. Al limite, con qualche sforzo, riuscivo a figurarmelo come una pura astrazione geometrica, diciamo come un punto senza dimensioni. Ed è normale che sia così: a noi rimasti a valle, ciondolanti a testa china nei pascoli del divenire, chi ha scalato le vette del pensiero fino a piantare le tende sull’Essere non può che apparire come ...Leggi tutto "Viva la faccia!"