Posted on

Come scrivono al Ministero dell’Istruzione?

di Claudio Giunta
www.internazionale.it Il governo, il ministro dell’Istruzione, i collaboratori del ministro, i funzionari del ministero decidono che serve qualcuno che insegni agli insegnanti a insegnare meglio, perciò stanziano una certa quantità di denaro per formare questi formatori: il denaro verrà dato alle scuole (una per regione) che organizzeranno dei corsi ad hoc, e da questi corsi verranno fuori dei ...Leggi tutto "Come scrivono al Ministero dell’Istruzione?"
Posted on

Cinque domande sulla critica

di Claudio Giunta
Allegoria, 65-66 (2012) – Interviste a cura di Gilda Policastro e Emanuele Zinato La critica militante ha comportato, sin dai suoi esordi, decise scelte di campo e una dichiarata parzialità. Anche nell’attuale eclettismo delle teorie e dei metodi ritenete le scelte di campo un momento inevitabile nell’esercizio critico? Direi di no, anche perché non saprei bene come riempire la formula ...Leggi tutto "Cinque domande sulla critica"
Posted on

Perché non si può dire ‘attimino’? Su un libro di Giuseppe Antonelli

di Claudio Giunta
Domenicale del Sole 24 ore, 30 novembre 2014 In realtà si può dire benissimo. E si può dire attimino sia nel senso di ‘un breve arco di tempo’ (dammi solo un attimino) sia nel senso traslato di ‘un poco’ (ci vuole un attimino d’impegno). Si può, ma – almeno nel secondo caso – non è bello. E perché non è bello? Chi decide che cosa è bello e che cosa non lo è, nei fatti di lingua? ...Leggi tutto "Perché non si può dire ‘attimino’? Su un libro di Giuseppe Antonelli"
Posted on

House of Cards a Viale Trastevere. Su “La buona scuola”

di Claudio Giunta

Internazionale, 19 novembre 2014

All’inizio di House of Cards, prima serie seconda puntata, il malvagio Francis Underwood chiude un gruppetto di giovani geni della comunicazione in una stanza del Congresso perché scrivano un programma di riassetto dell’educazione scolastica: sarà la prima proposta di legge del neo-presidente degli Stati Uniti. Alla fine del lavoro, uno dei membri del gruppo chiede a Underwood: «History?», ...Leggi tutto "House of Cards a Viale Trastevere. Su “La buona scuola”"
Posted on

Su Domenico Rea

di Matteo Marchesini
Il Foglio, 1 novembre 2014 La commozione che continua a suscitare in molti il pensiero del secondo dopoguerra, anche a distanza di una vita umana media, non dipende solo dal fatto che fu un periodo “epico”, come si dice con un aggettivo un po’ strapazzato; né solo dal fatto che, come ci hanno raccontato tante volte i testimoni, le speranze concepite tra le macerie furono presto tradite ...Leggi tutto "Su Domenico Rea"