Posted on

Il sottosuolo. Su “Elizabeth” di Paolo Sortino (e sul romanzo contemporaneo)

di Gianluigi Simonetti
[www.leparoleelecose.it] La cosa da non fare con Elisabeth, notevolissimo romanzo d’esordio di Paolo Sortino (Einaudi, Torino 2011) è annetterlo seccamente al filone del non fiction novel, o peggio ancora alla vasta area del neo-neorealismo alla moda: nonostante le apparenze, e comunque lo si giudichi, questo libro va nella direzione opposta, che è quella della visionarietà e dell’ambiguità. ...Leggi tutto "Il sottosuolo. Su “Elizabeth” di Paolo Sortino (e sul romanzo contemporaneo)"
Posted on

41 poesie di vari autori per la “Notte dei ricercatori”

di Claudio Giunta
Il 23 settembre anche il Dipartimento di studi letterari, linguistici e filologici dell’Università di Trento ha partecipato alla Notte dei Ricercatori. Non abbiamo fatto nessun esperimento, che non avrebbe avuto senso. Invece abbiamo scelto – un po’ seguendo i nostri gusti un po’ cercando di immaginare i gusti del pubblico – 40 poesie, le abbiamo stampate, le abbiamo appese con cavetti ...Leggi tutto "41 poesie di vari autori per la “Notte dei ricercatori”"
Posted on

La filologia oggi. Edizioni critiche e edizioni provvisorie

di Francesco Bausi
… D’altronde, non è forse vero che da sempre anche i filologi classici – sull’esempio proprio di Lachmann – allestiscono le loro edizioni (in presenza di tradizioni vaste e complesse) procedendo a una stretta selezione dei testimoni? E che, se avesse badato all’esaustività nell’esplorazione dei codici, Giorgio Petrocchi non sarebbe mai giunto a darci la sua edizione della Commedia ...Leggi tutto "La filologia oggi. Edizioni critiche e edizioni provvisorie"
Posted on

Sulla Crusca, l’ultima volta, con parole ancora leggermente diverse

di Claudio Giunta
[Corriere Fiorentino, 4 settembre 2011] Che un emendamento alla legge finanziaria salvi l’Accademia della Crusca è un’ottima cosa (mentre non so se sia un’ottima cosa che così si salvino tutti gli enti che hanno meno di settanta dipendenti: perché ce ne saranno senz’altro di superflui, o da accorpare). Ottimo anche che si promettano soldi che daranno alla Crusca «stabilità strutturale» ...Leggi tutto "Sulla Crusca, l’ultima volta, con parole ancora leggermente diverse"