Posted on

Chi era il figlio di Aldobrandino? Una ricerca storico-filologica

di Claudio Giunta
Ok, ma alla fine delle fini, la filologia serve a qualcosa? Una risposta rapida nelle prime cinque pagine. Il resto sono dettagli. Scarica il saggio completo: Chi era il figlio di Aldobrandino? Una ricerca storico-filologica [PDF]
Posted on

C’è qualcuno che rimpiange gli ittiti?

di Claudio Giunta
… Parlando di quest’argomento, di questa rivoluzione culturale in uno dei suoi ultimi saggi, Richard Rorty si è domandato: «Forse che rimpiangiamo la cultura degli ittiti?». Intendendo dire che molte altre cose, molti altri nuovi problemi ma anche molte altre nuove risposte sono venute dopo gli ittiti, e noi, i posteri, degli ittiti non abbiamo alcun rimpianto. Può darsi che, presi in ...Leggi tutto "C’è qualcuno che rimpiange gli ittiti?"
Posted on

Intervista su nuovi media, istruzione, e le solite altre cose

di Claudio Giunta
… Non direi che la cultura abbia sempre rappresentato lo strumento per il riscatto sociale o per la costruzione della propria identità (qualsiasi cosa decidiamo che quest’espressione significhi). Il nostro ‘sempre’ corrisponde all’età moderna, o a una parte dell’età moderna, più o meno quella che coincide con la formazione degli stati nazionali e con la conquista del potere da parte ...Leggi tutto "Intervista su nuovi media, istruzione, e le solite altre cose"
Posted on

Un’intervista su cultura e nuovi media

di Claudio Giunta
… Si sente dire che il problema è la facilità con cui oggi si possono reperire informazioni e fonti, spesso comodamente da casa e in formato digitale, oltre che in modo assolutamente gratuito. Perché tutto questo è visto come una minaccia, piuttosto che come una risorsa immensa? Credo che venga visto, o almeno io lo vedo anche come una risorsa immensa. Credo però che… Scarica l’articolo ...Leggi tutto "Un’intervista su cultura e nuovi media"
Posted on

‘Speed date’ con Tokyo

di Claudio Giunta
Dopotutto, perché chiedere a degli esperti? Se dovete stare in una città per una settimana, perché fidarsi di chi ci ha passato la vita? Non è meglio chiedere a chi c’è stato una settimana e ne sa poco più di voi? La felicità è a un passo, basta ammettere che (1) la prima impressione è quella che conta; (2) le cose non sono più difficili di così, perciò (3) è inutile farla tanto lunga. ...Leggi tutto "‘Speed date’ con Tokyo"