Posted on

Sul ‘mottetto’ di Guido Cavalcanti

di Claudio Giunta


Che cos’è un mottetto? A giudicare da quello che ne dicono i manuali e gli studi di metrica, con questo termine si definiscono tanto in diacronia quanto in sincronia – nei limiti cioè di una stessa epoca – oggetti tra loro piuttosto diversi. «Il nome – scrive Beltrami – spetta prima di tutto ad un genere musicale liturgico, sviluppatosi in Francia nel XII-XIII secolo dall’uso di dotare la seconda voce (duplum), nel canto a più voci delle antifone, di un testo diverso da quello cantato dalla prima voce: mottetto è il nome di questo secondo testo (da mottus, fr. mot, ‘parola, testo’), e per estensione dell’intero componimento».

Scarica l’articolo completo:
Sul ‘mottetto’ di Guido Cavalcanti [PDF]