Posted on

Poeti sopra la panca

di Claudio Giunta

Domenicale del Sole 24 ore, 19 febbraio 2017

Quando nel De vulgari eloquentia Dante dice che un per noi misterioso poeta mantovano di nome Gotto gli ha fatto conoscere a voce le sue canzoni, come dobbiamo interpretare, esattamente, quell’a voce (oretenus)? Lettura? Recitazione? Salmodia? Canto? E quando il poeta siciliano che nei manoscritti viene chiamato Re Giovanni invita ad uscire dalla «danza» coloro che non sono buoni amanti («tosto ...Leggi tutto "Poeti sopra la panca"
Posted on

Morselli il pelagiano

di Matteo Marchesini

Da Matteo Marchesini, Da Pascoli a Busi. Letterati e letteratura in Italia, Quodlibet 2014.

  Sono stato, in vita mia, teologo e maestro d’equitazione; so, per averlo fatto con le mie mani, come si scombicchera il soggetto di un film cinematografico, e come s’impianta una coltivazione di asparagi. Sono stato, per anni, soldato, filosofo, insegnante di lingua e segretario di società anonima. Le mie chiacchiere sono state immeritatamente pubblicate da due editori, cinque giornali, ...Leggi tutto "Morselli il pelagiano"
Posted on

Scrivere bene potrebbe non essere più così importante

di Claudio Giunta

Domenicale del Sole 24 ore, 12 febbraio 2017

Tra i colpevoli della notevole inabilità alla scrittura di buona parte degli studenti italiani ci sono anch’io. Ho appena messo 18 al compito scritto di uno studente della laurea magistrale in Lettere (quinto anno di università) che meritava invece di essere bocciato perché, a parte conoscere maluccio il programma, ha grosse difficoltà nello scrivere: mette male la punteggiatura, usa i verbi ...Leggi tutto "Scrivere bene potrebbe non essere più così importante"
Posted on

Una forbita lingua di pattumiera

di Claudio Giunta

IL magazine del Sole 24 ore, gennaio 2017

Se si chiede a qualcuno del mestiere di citare un articolo o un saggio sulla lingua italiana del Novecento che sia opera non di un linguista ma di uno scrittore, la risposta sarà, nove volte su dieci, o le Nuove questioni linguistiche di Pasolini o L’antilingua di Calvino. Il primo viene ancora letto e antologizzato nei libri scolastici, ma andrebbe invece dimenticato perché non è molto di più ...Leggi tutto "Una forbita lingua di pattumiera"
Posted on

No, non aveva capito tutto. Su Christopher Lasch

di Claudio Giunta

Il Foglio, 17 dicembre 2016

Christopher Lasch aveva capito tutto? Chi ha letto i suoi libri se lo sta domandando da qualche tempo, a mano a mano che in Occidente i partiti di sinistra hanno perso appeal sul loro elettorato tradizionale, e soprattutto dopo che un mese fa Donald Trump, «il demagogo che afferra le donne per la fica, che costruisce il muro, che nega il riscaldamento globale, che abolisce la sanità pubblica, che ...Leggi tutto "No, non aveva capito tutto. Su Christopher Lasch"
Older posts